Icona numero verde
numero verde
800 987 787
Donation hotline 45589
From October 25, 2021 until October 30, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Il Diritto di Amare

Per LEIDAA, che da sempre è impegnata contro il fenomeno dell’abbandono - immorale in sé e dannoso perché alimenta il randagismo - la risposta naturale è l’iniziativa “Il diritto di amare”, che prosegue, con un target diverso, la filosofia di “Leidaa per emergenza Covid-19”. Nella fase post-pandemia i servizi che l’associazione e i suoi volontari hanno reso alle famiglie colpite direttamente o indirettamente dal Covid (“passeggiate” per i cani di persone in isolamento o in quarantena, cani e gatti presi in carico perché i proprietari venivano ricoverati o comunque non potevano occuparsene, trasferimenti e adozioni, donazione di pasti e di interventi sanitari per gli animali) saranno resi, su tutto il territorio nazionale, ai nuclei familiari più deboli e agli anziani che convivono con animali e si trovano in situazioni di oggettiva difficoltà.

LEIDAA ODV ETS

La Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente (LEIDAA) è un’associazione senza fini di lucro nata nel 2002, che opera sul territorio nazionale e promuove il riconoscimento e la difesa dei diritti degli animali e la tutela dell’ambiente.

For further information www.leidaa.info
Donation hotline 45586
From October 13, 2021 until November 02, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Corsa dei Santi

Era la metà dell’Ottocento quando, per le strade di Torino, Giovanni Bosco, con  atteggiamento ribelle nei confronti dei costumi e degli stereotipi dei suoi tempi, incontrava i suoi ragazzi, iniziando con loro un percorso educativo. Da lì l’idea di costruire nel quartiere di Valdocco il primo oratorio salesiano: il cortile non è più uno "spazio vuoto", un "non  luogo", ma diventa l'opportunità di incontrarsi, entrare in relazione, iniziare un percorso educativo. Ma c’è di più: Giovanni Bosco va a cercare i giovani che più avevano bisogno di aiuto, quelli  detenuti in carcere – fino al 1845 insieme agli adulti –, per invitarli all’oratorio una volta ottenuta la libertà. Nelle sue memorie scrive: 

“Questi ragazzi dovrebbero trovare fuori un amico che si prenda cura di loro, li assista, si  occupi della loro istruzione, li porti in chiesa nei giorni di festa. Allora, forse, non tornerebbero a cadere”. Da allora e sulle sue orme, “il cortile” si è spostato in tutte quelle realtà marginali in cui c’è  più bisogno di stare accanto ai giovani, dalle periferie alle carceri. 

Questa storia del XIX secolo si ripete oggi in molti Paesi in cui i missionari salesiani lavorano  con i ragazzi e le ragazze in prigione. La fiducia nella gioventù e nell’educazione piuttosto che nella punizione continuano a essere la cifra stilistica della loro azione e lo strumento più efficace per offrire una seconda opportunità a tutti.  La gioventù è il momento di sperimentare, di godere della libertà, di iniziare ad assumersi le proprie responsabilità, ma è anche tempo di fare errori e imparare dagli sbagli. Tuttavia, in molti paesi del mondo, ai giovani non è permesso fare errori: a errore corrisponde punizione. Ma una punizione non cambia una condotta che va nella direzione sbagliata, piuttosto alimenta la rabbia e la fiducia. Per questa ragione, i missionari salesiani lavorano per dare un’alternativa a questi giovani, per aprire quelle porte che a loro sono state 

chiuse, condannandoli alla marginalità, e per integrarli in una società che ha bisogno di loro  e di cui loro sono il futuro. 

L'alternativa salesiana intende promuovere un sano sviluppo della personalità di ragazzi e  ragazze, incoraggiare la convivenza, la collaborazione, il rispetto, la capacità di ascoltare e di saper comunicare con gli altri. Tutto ciò attraverso il gioco, la creatività, pratiche collaborative e la stimolazione delle abilità attraverso vari laboratori. 

Più di un milione di bambini e giovani in tutto il mondo sono privati della libertà nelle  carceri o nei centri di reclusione per minori, secondo le Nazioni Unite. La maggior parte non ha precedenti ed è stata accusata di piccoli crimini o reati che per gli adulti non lo sono come, ad esempio, dormire in strada. Inoltre, il 59% dei minori detenuti è in attesa di  giudizio e nonostante ciò continua a stare in carcere: minori che vedono i loro diritti sistematicamente violati, trattati come criminali quando in realtà avrebbero piuttosto bisogno di supporto e assistenza sociale. 

I salesiani pensano che sia importante far sentire ai ragazzi che meritano attenzione e che è  una gioia poter interagire con loro. La risposta salesiana si concretizza in interventi specifici nelle diverse realtà e nelle diverse fasi del percorso di detenzione: dalle misure alternative al sistema carcerario, come a Luanda, in Angola, all’accompagnamento dei minori detenuti nel processo giudiziale come a Freetown, in Sierra Leone, all’animazione in carcere, come in Messico a Ciudad Juarez grazie alla Brigada de la Alegria, al reinserimento nella società, come a Chennai, in India. A Freetown i missionari salesiani sono ad oggi gli unici a poter entrare nel carcere di Pademba, dove portano cibo, acqua, medicine ai detenuti più fragili e offrono supporto e orientamento. 

Trasformare la gioventù attraverso l'educazione: questa è la proposta dei missionari  salesiani. 

E lo è anche in Italia, dove i salesiani sono impegnati da anni in un’azione educativa  importante con i giovani nelle carceri minorili, attraverso la prevenzione, il sostegno per l’inserimento scolastico, le attività sportive e laboratoriali, il reinserimento sociale. L’idea è quella di portare “Il cortile dietro le sbarre”, come titola il libro-intervista di Don Domenico Ricca, dal 1979 cappellano nel carcere minorile di Torino “Ferrante Aporti”, oltre che supervisore pedagogico della Comunità Residenziale per minori dei Salesiani a Casale, un’esperienza ultraventennale nel Terzo Settore e, infine, da qualche anno, Presidente dell’Associazione Amici di Don Bosco per le adozioni internazionali. 

“Don Bosco tornerebbe in prigione, tornerebbe alla Generala”, racconta don Ricca, per tutti  Meco. “Si inventerebbe l’uso dei social. Creerebbe gruppi su Whatsapp e Instagram! Cosa non inventerebbe oggi perché ai suoi ragazzi, «i discoli e i pericolanti», non venisse negato il diritto alla bellezza! Don Bosco manderebbe in carcere i suoi preti e chierici più ardimentosi, giovani, li sosterrebbe anche nelle loro intemperanze. Ma soprattutto sarebbe padre, amico e fratello dei ragazzi reclusi e ripeterebbe anche oggi il suo monito della «Lettera dei castighi»: «Amateli i ragazzi. Si otterrà di più con uno sguardo di carità, con una parola di incoraggiamento che con molti rimproveri» perché «tutti i giovani hanno i loro giorni pericolosi, e voi anche li avete. Guai se non ci studieremo di aiutarli a passarli in fretta e senza rimprovero»”. 

Fondazione Don Bosco

Missioni Don Bosco dal 1991 porta avanti progetti a carattere educativo e di formazione professionale in tutto il mondo, in 133 paesi. La sfida è quella di creare sviluppo nei paesi svantaggiati e di offrire un sostegno alle popolazioni in difficoltà non solo con aiuti immediati e interventi emergenziali, ma anche e soprattutto con un’azione mirata a far crescere i giovani con valori e strumenti che permettano loro di diventare soggetti attivi nello sviluppo sociale del proprio paese. Un’azione che vuole crescere nel tempo per offrire a sempre più bambini e ragazzi l’opportunità di ricevere un’educazione, di costruirsi un futuro con le proprie mani attraverso strumenti mirati, in particolar modo quelli della formazione professionale e dell’avviamento al lavoro. Tutto questo facendo riferimento alla concretezza salesiana che caratterizza i nostri progetti e ogni azione rivolta alla salvaguardia e alla valorizzazione delle popolazioni emarginate e in povertà presenti in tutti i continenti.

For further information www.missionidonbosco.org
Donation hotline 45596
From October 11, 2021 until October 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Per la salute di tutti, in prima linea

Il Covid19 e la conseguente crisi socio-economica hanno posto la necessità di costruire interventi di prevenzione e cure nei contesti di marginalità, il cui isolamento stato amplificato. INTERSOS si pone l'obiettivo di garantire opportunità di cure e prevenzione sanitaria per le persone che, in Italia, vivono in condizioni di estrema vulnerabilità e marginalità sociale e di restituire loro il diritto alla salute. Le cliniche mobili di INTERSOS offriranno un servizio di medicina di prossimità con un approccio di Salute Globale, tema centrale del progetto, che prevede anche attività di orientamento socio-sanitario e sessioni di formazione del personale sanitario. Il nostro intervento si rivolge agli uomini, le donne e i bambini che vivono in insediamenti informali di Roma e dell’area del bracciantato agricolo in Sicilia ed in provincia di Foggia.

INTERSOS Organizzazione Umanitaria Onlus

INTERSOS è l’organizzazione umanitaria italiana in prima linea nelle emergenze umanitarie che soccorre e aiuta persone vittime di guerre, violenze e disastri naturali. Grazie ai nostri operatori portiamo soccorso in contesti di emergenza alle popolazioni colpite, con particolare attenzione ai gruppi più vulnerabili, come donne e bambini. Forniamo loro assistenza sanitaria, generi di prima necessità e rifugi contribuendo a soddisfare bisogni primari come il diritto al cibo, all’acqua, alla salute e all’educazione.

For further information www.intersos.org
Donation hotline 45582
From October 10, 2021 until October 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Programma Nazionale Varcare la Soglia

Dal 2014 L’Albero della Vita opera, con il Programma Nazionale Varcare la Soglia, per contrastare gli effetti sui bambini della povertà economica e relazionale delle famiglie nelle periferie di alcune principali città italiane. Con lo scoppio della pandemia COVID-19 queste famiglie hanno visto aggravarsi la loro situazione. La Fondazione L’Albero della Vita supporta concretamente le famiglie fornendo beni di prima necessità (alimentari e sanitari) e strumenti per la didattica a distanza (tablet e connessioni internet) ma anche supporto psicologico e sociale per rendere famiglie e bambini più resilienti in questa drammatica emergenza.

Fondazione L’Albero della Vita Onlus

Fondazione L’Albero della Vita è una Onlus nata in Italia nel 1997 con l’obiettivo di promuovere azioni efficaci finalizzate ad assicurare benessere, proteggere e promuovere diritti, favorire lo sviluppo dei bambini, delle loro famiglie e delle comunità di appartenenza. Ciò attraverso servizi per la tutela dei soggetti di minore età in condizioni di disagio, comunità di accoglienza, reti di famiglie affidatarie, servizi di sostegno alla maternità, sostegno a distanza di bambini nei Paesi in via di sviluppo e campagne di sensibilizzazione sul tema dei diritti dell’infanzia in Italia e nel mondo. Fondazione L’Albero della Vita oggi opera in Italia, Europa, Asia, Africa, America Latina e attraverso staff propri e in partenariato con varie organizzazioni e istituzioni locali.

Donation hotline 45533
From October 06, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Emergenza Fame

Con la campagna EMERGENZA FAME Save the Children vuole prevenire che centinaia di migliaia di bambini muoiano di fame. La crisi climatica, la pandemia e il dilagare dei conflitti sono diventati per i bambini un mix letale che ha portato i tassi di fame e malnutrizione a un livello mondiale mai raggiunto prima. Sono circa 5,7 milioni i bambini sotto i cinque anni sull'orlo della fame in tutto il mondo, e altri 13 milioni di minori al di sotto dei 18 anni devono far fronte a un’estrema scarsità di cibo.Save the Children risponde alla più grande minaccia che i bambini abbiano mai affrontato con questa iniziativa di raccolta fondi per portare aiuto a tutti i bimbi che ne hanno più bisogno. Non esiste un vaccino per la fame, ma abbiamo l'opportunità di salvare molti di questi bambini, se agiamo ora.

In India monitoriamo la malnutrizione dei bambini, con interventi diretti o il riferimento in centri sanitari per i casi più gravi. Formiamo le mamme sulla corretta nutrizione e cura dei bimbi al di sotto dei 5 anni. Miglioriamo la qualità dei servizi sanitari con corsi di formazione per operatori sanitari.

In Somalia: Forniamo servizi salvavita come acqua potabile e pasti nutrienti nelle scuole dove garantiamo istruzione prescolare per i bambini vulnerabili tra i 3 e i 6 anni e nei 10 centri per la prima infanzia che costruiremo.

In Afghanistan: garantiremo supporto immediato ai bambini, mamme e sfollati in grave stato di bisogno nelle province di Jawzjan and Faryab, assicurando attraverso l'istituzione di 3 cliniche mobili, cure e servizi di nutrizione, con un'attenzione specifica alla gestione dei casi di malnutrizione, e dando un supporto essenziale ad affrontare i mesi invernali in arrivo.

Save the Children

Save the Children è la più grande organizzazione internazionale indipendente e opera in circa 120 paesi con una rete di 28 organizzazioni nazionali e una struttura internazionale (save the children International). Save the Children nel mondo è una organizzazione Non Governativa (ONG) con status consultivo presso il consiglio Economico e sociale delle Nazioni Unite (Ecosoc). Noi di Save the Children crediamo che ogni bambino meriti un futuro. In Italia e nel resto del mondo lavoriamo ogni giorno per dare ai bambini ciò che ognuno di loro merita: l’opportunità di nascere e crescere sani, di ricevere un’educazione e di essere protetti. Save the Children, da 100 anni, lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.

Donation hotline 45525
From October 04, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Anche quest'anno dona i valori più importanti del Natale. Quelli nutrizionali.

Per far fronte alla drammatica emergenza causata dal COVID-19 nel nostro paese, è stata avviata la campagna di raccolta fondi – tramite numero solidale 45525 - INSIEME PER FERMARE IL COVID da ANCI/Associazione Nazionale Comuni Italiani, ASI/Automotoclub Storico Italiano e UNICEF Italia con il coordinamento della Cabina di regia “Benessere Italia” della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La campagna è stata lanciata nella prima settimana di giugno sulla RAI e con uno spot su Mediaset.

All’emergenza sanitaria si è sommato il disagio sociale e le difficoltà economiche di molte famiglie. La campagna è nata con lo scopo di contribuire alla risposta all’emergenza, in particolare per sostenere le famiglie più vulnerabili.

I fondi raccolti sono stati stanziati per erogare buoni spesa alle famiglie bisognose dei Comuni che l’ANCI indicherà come particolarmente vulnerabili.

UNICEF

Il Comitato Italiano per l'UNICEF - Onlus (spesso abbreviato in UNICEF Italia) è parte integrante della struttura globale dell'UNICEF - Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia, l'organo sussidiario dell'ONU che ha il mandato di tutelare e promuovere i diritti di bambine, bambini e adolescenti (0-18 anni) in tutto il mondo, nonché di contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita.

Peculiarità della nostra organizzazione è dunque di essere al tempo stesso Organizzazione non governativa (ONG) collocata nel panorama italiano del Terzo Settore, e rappresentante di un programma inter-governativo delle Nazioni Unite. In quanto ONG, l'UNICEF Italia gode anche dello status di Onlus - Organizzazione non lucrativa di utilità sociale.

Dal 1974 il Comitato Italiano opera nel nostro paese a nome e per conto dell'UNICEF, sulla base di un Accordo di Cooperazione stipulato con l'UNICEF Internazionale e secondo una pianificazione congiunta e continuativa delle proprie attività il cui strumento principale è il Joint Strategic Programme (JSP), rinnovato con cadenza triennale.

In armonia con il resto dell’organizzazione, anche l’azione dell’UNICEF Italia si ispira ai principi della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e agli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

Il Comitato Italiano per l'UNICEF si articola in una struttura professionale e in una rete di volontari presenti in modo capillare sull'intero territorio nazionale.

For further information www.unicef.it
Donation hotline 45511
From October 01, 2021 until October 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Tutti a Scuola

È la scuola il primo mattone per costruirsi un futuro, ma ancora oggi molte bambine e bambini nel mondo non hanno accesso all’istruzione.  Aiutaci a garantire loro il diritto ad un futuro migliore. Dona anche tu con un SMS e sostieni il nostro progetto Tutti a Scuola, per contrastare l’abbandono scolastico in Italia e costruire una scuola elementare in Malawi.

ActionAid

ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta alle cause della fame nel mondo, della povertà e dell’esclusione sociale. Da oltre 40 anni siamo a fianco delle comunità del Sud del mondo per garantire loro migliori condizioni di vita e il rispetto dei diritti fondamentali, in collaborazione con oltre 2000 organizzazioni locali.

Grazie ai fondi raccolti raggiungiamo circa 27 milioni di persone attraverso 800 progetti sviluppati in quasi 50 paesi dell’Africa, Asia, America Latina e anche in Italia. ActionAid ha la sua sede di coordinamento in Sud Africa a Johannesburg e affiliati nazionali nel Nord e nel Sud del mondo.

In Italia ActionAid è presente dal 1989 e nel 2003 è divenuta ONG riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri. Il nostro lavoro si concentra soprattutto su bambini e adolescenti, donne e fasce della popolazione più svantaggiate, aiutandoli ad agire per un futuro migliore.

Lavoriamo per garantire interventi in grado di creare un reale cambiamento sostenibile nel tempo. L’approccio di lavoro utilizzato da ActionAid Italia si fonda sui diritti umani e mira a dare alle persone che vivono in condizioni di povertà la possibilità di organizzarsi e mobilitarsi per rivendicare, ottenere e godere i propri diritti fondamentali, quali cibo, acqua potabile, istruzione e cure mediche.

For further information https://www.actionaid.it/
Donation hotline 45523
From October 01, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Per il Tuo cuore

La Campagna di Raccolta Fondi “per il Tuo cuore” promossa dalla Fondazione per il Tuo cuore dei Cardiologi Ospedalieri Italiani è finalizzata a sostenere la ricerca scientifica e la prevenzione delle malattie cardiovascolari, che ancora oggi rappresentano la prima causa di morte nel nostro Paese. Grazie alle numerose iniziative di prevenzione cardiovascolare realizzate dalla Fondazione per il Tuo cuore, solo negli ultimi tre anni oltre 50.000 persone in Italia hanno potuto effettuare uno screening cardiovascolare completo, e molte vite sono state salvate. La Campagna è inserita nel più ampio Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare “Banca del Cuore”, un progetto unico al mondo che permette al cittadino di effettuare uno screening cardiovascolare completo: di fatto il primo grande registro permanente nazionale di elettrocardiogrammi e dati sanitari di area cardiovascolare che, nel rispetto delle vigenti norme in materia di privacy, ne prevede la custodia gratuita e prontamente disponibile. I cittadini che aderiscono alla Banca del Cuore ricevono la “BancomHeart”, una card personale che consente l’accesso al proprio elettrocardiogramma, ai valori della pressione arteriosa, al profilo cardiovascolare e a molti altri esami clinici. Tutti i dati sono custoditi in una “cassaforte” virtuale, consultabile anche a distanza, tramite computer, tablet o cellulare, per accedervi e scaricarli in qualsiasi momento.

Per il 2021 al Progetto Truck Tour Banca del cuore, nella sua forma tradizionale, abbiamo affiancato l’estensione “Cuore & Covid” che prevede la realizzazione di uno specifico screening preventivo all’accesso al Truck, prima di eseguire lo screening cardiologico.

A tale scopo sarà realizzato un pre-triage mediante test sierologico rapido e/o tampone rapido per escludere la presenza di infezione da Covid-19 a tutti coloro che vorranno accedere al Truck. Il suddetto triage sarà realizzato nello spazio adiacente al Truck, all’interno di una tensostruttura realizzata in collaborazione con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, in forza del Protocollo in essere con la Fondazione per il Tuo cuore, e sarà aperto al pubblico negli stessi orari e negli stessi giorni.

La Fondazione realizzerà inoltre una apposita App integrata con il sito di www.bancadelcuore.it, da cui è possibile attivare la BancomHeart e accedere allo screening. La App permetterà di prenotarsi per una delle tappe previste per “CUORE & COVID” per l’anno 2021.

Fondazione per il Tuo cuore – HCF Onlus

La Fondazione per il Tuo cuore, nata nel 1998, è l’Ente di Ricerca scientifica della Cardiologia Ospedaliera Italiana, riconosciuta dal Ministero della Salute. Grazie ai brillanti risultati delle ricerche svolte e coordinate si è guadagnata, già da molti anni, l'ammirazione della comunità scientifica internazionale raggiungendo, costantemente negli ultimi anni, valori di impact factor di particolare rilevanza e che, nel 2017, ha segnato l’eccezionale punteggio di 1.087,151.

La Fondazione si prefigge, fin dalla sua costituzione, l’obiettivo di ridurre l'impatto sociale delle Malattie Cardiovascolari attraverso la diffusione della cultura della prevenzione e della riduzione del rischio cardiovascolare.

L’Ente persegue finalità di interesse collettivo e di solidarietà sociale, promuove lo sviluppo della conoscenza umana nel settore medico - scientifico, in particolare nel campo cardiologico, attivandosi nella ricerca scientifica, nell'istruzione e nella formazione, tramite:

  • prevenzione primaria e secondaria nel campo della cardiologia
  • promozione della salute nella comunità
  • ottimizzazione del rapporto costo - beneficio dell'intervento del SSN
  • ricerca clinica cardiologica e metabolica

For further information www.periltuocuore.it
Donation hotline 45510
From September 01, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Maratona Telethon

L'obiettivo generale del progetto è finanziare i migliori progetti di Ricerca Extramurale 2021, laddove con "migliori" si intende quei progetti che, a giudizio di una commissione valutatrice di esperti, abbiano ricevuto il punteggio più alto in base ai criteri di merito scientifico e potenziale terapeutico. Il criterio di rilevanza rispetto alla missione di Telethon (l'avanzamento della ricerca verso la cura delle malattie genetiche rare) costituisce la condizione necessaria per l'eleggibilità dei progetti al bando. Finanziare gli istituti TIGEM (Telethon Institute of Genetics and Medicine), SR-TIGET e DTI che promuovono l'avanzamento della ricerca finalizzata alla diagnosi, prevenzione e cura delle malattie genetiche.

Fondazione Telethon

Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un  gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare.  La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di  eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale.  Attraverso un metodo unico nel panorama italiano, segue l’intera “filiera della ricerca” occupandosi della  raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell’attività stessa di ricerca portata avanti  nei centri e nei laboratori della Fondazione. Telethon inoltre sviluppa collaborazioni con istituzioni sanitarie  pubbliche e industrie farmaceutiche per tradurre i risultati della ricerca in terapie accessibili ai pazienti.  Dalla sua fondazione ha investito in ricerca quasi 500 milioni di euro, ha finanziato oltre 2.620 progetti con  oltre 1.600 ricercatori coinvolti e più di 570 malattie studiate.  Ad oggi grazie a Fondazione Telethon è stata resa disponibile la prima terapia genica con cellule staminali al  mondo, nata grazie alla collaborazione con GlaxoSmithKline e Ospedale San Raffaele. Strimvelis, questo il  nome commerciale della terapia, è destinata al trattamento dell’ADA-SCID, una grave immunodeficienza  che compromette le difese dell’organismo fin dalla nascita. La terapia genica è in fase avanzata di  sperimentazione anche per la leucodistrofia metacromatica (una grave malattia neurodegenerativa), la  sindrome di Wiskott-Aldrich (un’immunodeficienza) e per la beta talassemia, mentre è appena stata  avviata o è prossima all’avvio per due malattie metaboliche dell’infanzia (rispettivamente, la  mucopolisaccaridosi di tipo 6 e di tipo 1). Inoltre, all’interno degli istituti Telethon è in fase avanzata di  studio o di sviluppo una strategia terapeutica mirata anche per altre malattie genetiche, come per esempio  l’emofilia o diversi difetti ereditari della vista. Parallelamente, continua in tutti i laboratori finanziati da  Telethon lo studio dei meccanismi di base e di potenziali approcci terapeutici per patologie ancora senza  risposta.

For further information www.telethon.it
Donation hotline 45514
From September 01, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
#eroiognigiorno

Italia si stima siano oltre un milione per persone colpite da una malattia rara, l’1,6% della popolazione totale, e un paziente su cinque è un bambino. Scenario che trova conferma nell’esperienza pluridecennale della Fondazione Lega del filo d’oro onlus, punto di riferimento in Italia in campo riabilitativo per alcune di queste patologie: nel 2020, infatti, una persona su due arrivate al Centro diagnostico dell’ente aveva una malattia rara – registrando un incremento del 19% negli ultimi 10 anni – come la sindrome di Charge, Norrie, Usher, di Goldenhar, che sono attualmente le malattie rare principali cause di sordocecità.

Per questo, per aiutare i tanti bambini e adulti con severe disabilità che tutti i giorni devono affrontare con coraggio e determinazione, l’impossibilità di vedere e sentire, per consentire loro di sviluppare appieno le proprie capacità, favorendone le maggiori possibilità di apprendimento e per far comprendere che queste patologie richiedono un approccio educativo riabilitativo specifico per lo sviluppo dei sensi residui, in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare (28 febbraio) la Lega del filo d’oro lancia la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #EroiOgniGiorno, a cui si può contribuire con una chiamata da rete fissa o un sms al numero solidale 45514 e su eroiognigiorno.it

Lega del Filo d'Oro

La Lega del Filo d'Oro nasce a Osimo nel 1964 per volontà di Sabina Santilli, sordocieca dall'infanzia. Grazie all'aiuto di un gruppo di volontari iniziano da subito le prime attività dell'Associazione, che deve il suo nome al "filo prezioso che unisce le persone sordocieche con il mondo esterno". Nel 2014 l'Associazione ha festeggiato 50 anni di attività al fianco delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. 50 anni passati con lo scopo di migliorare la qualità della vita delle persone che non vedono, non sentono e sono affette da gravi disabilità attraverso la creazione di apposite strutture specializzate; la formazione di educatori, tecnici e volontari; lo svolgimento di attività di ricerca e sperimentazione nel campo della sordocecità e della pluriminorazione psicosensoriale; la promozione di rapporti con enti, istituti, università italiane e straniere e la sensibilizzazione degli organismi competenti e dell'opinione pubblica nei confronti di questo tipo di disabilità.

For further information www.centro.legadelfilodoro.it
Donation hotline 45512
From September 01, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
La mela di AISM

La Mela di AISM è il tradizionale evento autunnale di sensibilizzazione e raccolta fondi dedicato ai giovani. In 5.000 piazze italiane verranno distribuiti sacchetti di mele per finanziare la ricerca scientifica e le attività sul territorio per le persone con Sclerosi multipla.

AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla

AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla è l’unica organizzazione in Italia che interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla: rappresenta e afferma i diritti delle persone con SM, promuove i servizi a livello nazionale e locale e sostiene, indirizza e promuove la ricerca scientifica. Dal 1968, da 50 anni, AISM è il punto di riferimento più autorevole e più vicino per tutte le persone con SM, 114 mila, i loro familiari, gli operatori sanitari e sociali.

For further information www.aism.it
Donation hotline 45520
From September 01, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Grande Contro il Cancro

Soleterre concentra il proprio impegno nella tutela della salute con la lotta al cancro infantile attraverso il Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica attivo in 5 Paesi tra cui l’Italia, che si pone gli obiettivi di favorire la diagnosi tempestiva del tumore rafforzare i sistemi sanitari nazionali attraverso formazione al personale medico sanitario, allestimento/ristrutturazione delle strutture sanitarie e fornitura di farmaci ai reparti garantire ospitalità presso case d’accoglienza per sopperire alle difficoltà economiche delle famiglie a basso reddito fornire servizi complementari alla «cura» tra cui supporto psicologico, attività ludico ricreative ed educative.

Fondazione Soleterre

Soleterre è una Fondazione Onlus che lavora per il riconoscimento e l’applicazione del Diritto alla Salute nel suo significato più ampio. Per questo oltre a fornire cure e assistenza medica, si impegna per la salvaguardia e la promozione del benessere psico-fisico per tutte e tutti, sia a livello individuale che collettivo, ad ogni età e in ogni parte del mondo. La prevenzione, la denuncia e il contrasto delle disuguaglianze e della violenza, qualsiasi sia la causa che la genera, sono parte integrante dell’attività di Soleterre: perché salute è giustizia sociale.

For further information www.soleterre.org
Donation hotline 45521
From September 01, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Gole per la Ricerca

La terza campagna di raccolta fondi del 2021 è il progetto Giorni della Ricerca a sostegno dei giovani ricercatori.

Fondazione AIRC

Da oltre cinquant’anni l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro sostiene progetti scientifici innovativi grazie a una raccolta fondi trasparente e costante, diffonde l’informazione scientifica, promuove la cultura della prevenzione nelle case, nelle piazze e nelle scuole. Oggi conta su 4 milioni e mezzo di sostenitori, 20mila volontari e 17 comitati regionali che garantiscono a circa 5.000 ricercatori - 63% donne e 52% ‘under 40’ - le risorse necessarie per portare nel più breve tempo possibile i risultati dal laboratorio al paziente. Dalla fondazione a oggi AIRC ha distribuito oltre 1 miliardo e trecento milioni di euro per il finanziamento della ricerca oncologica (dati attualizzati e aggiornati al 1 gennaio 2018).

For further information www.airc.it
Donation hotline 45516
From September 01, 2021 until December 31, 2021
Donation from a Convergenze landline: 5 €
Ricostruiamo insieme l’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato di San Ginesio

Dopo la realizzazione della scuola media “G. Leopardi“ di Sarnano, del Polo Scolastico “E. De Amicis“ di Muccia e dell’Accademia della Musica “F. Corelli“ di Camerimo, l’Andrea Bocelli Foundation ha dedicato un nuovo progetto alle Marche, per ricostruire l’IPSIA “R. FRAU” di Sarnano, nella sede di San Ginesio (MC) e che vedrà la realizzazione di un istituto progettato e sviluppato secondo le linee guida del team di esperti della Fondazione.

San Ginesio è un paese medioevale di 3.300 abitanti, dove il 95% degli edifici pubblici ed il 68% delle abitazioni private risulta inagibile. Prima del sisma l’IPSIA accoglieva oltre 150 studenti che poi si sono ridotti a poco meno della metà a causa della struttura provvisoria situata al 3° piano della Scuola Media dello stesso comune prima e a Passo San Ginesio, presso l’ex Centro di Aggregazione Giovanile poi.

Nella nuova scuola ci saranno spazi dedicati e attrezzati per i due percorsi di studio: Meccanica/ Elettronica/Automazione/Robotica/Informatica industriale e Legno/Arredamento/Design e Liuteria (in fase di sviluppo). Anche gli spazi di vita e socialità comuni quali l’ingresso e l’aula magna avranno un layout innovativo al fine di facilitare quello scambio e quella partecipazione di tutti all’ambiente interno ed esterno all’istituto.

Fondazione Andrea Bocelli

La Fondazione Andrea Bocelli nasce nel 2011 dalla volontà del Maestro Bocelli e della sua famiglia, per aiutare le persone in difficoltà a causa di malattie, condizioni di povertà ed emarginazione sociale. ABF promuove e sostiene progetti nazionali e internazionali, che favoriscono il superamento di tali barriere e la piena espressione del proprio potenziale.